M&A deal news

Acquistare e vendere un azienda, un mestiere a parte

I marchi ed i prodotti italiani sono guardati con rispetto in tutto il mondo sia nei settori della moda e del food che nella meccanica, nell'ultimo decennio o comunque in anni recenti, abbiamo assistito alla cessione dei marchi Galbani, Parmalat, Invernizzi, Motta nell'alimentare, Ferretti, Loro Piana, Bulgari, Gucci, Brioni, Ferré, Poltrona Frau nel Lusso, Wind e Telecom nelle telecomunicazioni, Ansaldo Energia, Ansaldo Breda ed Ansaldo StS nella meccanica.

Potremmo fare molti altri esempi ma l'obiettivo non è tanto elencare le aziende italiane vendute all'estero, quanto comprendere l'interesse di investitori esteri nelle aziende italiane che può costituire per l'imprenditore intenzionato a vendere una rappresentazione della opportunità che può cogliere in questo momento di mercato.

Di contro l'imprenditore che sta invece valutando di crescere per linee esterne, acquisendo aziende concorrenti o per integrare la propria catena del valore può trovare in questo interesse delle aziende straniere una conferma che crescere acquisendo aziende è possibile anche sul mercato italiano, senza considerare le opportunità anche maggiori se la crescita è rivolta ad altri paesi.

Ma che l'imprenditore voglia acquisire una azienda o vendere la propria vale comunque la considerazione che il processo di acquisto o vendita di una azienda è un mestiere a se stante, un bravo imprenditore sa fare il suo mestiere ma quando è il momento di vendere l'azienda o di comprarla è necessario avvalersi dell'aiuto di un professionista del settore. Contatta un nostro esperto.

Se vuoi sapere quanto vale la tua azienda compila il form riceverai una prima indicazione su cui ragionare.